ISIS, Siria, Turchia, Bambini, Marketing Nero per Joe Biden


/media/krpj1vmj/biden-isis-qurayshi.jpg

In Siria oltre al capo dell'Isis Qurayshi sono morti anche 6 bambini. Per Joe Biden la responsabilità è del terrorista come se fosse normale lanciare un'operazione militare senza calcolare il rischio di vittime innocenti. Il ruolo delle milizie filo-Turchia nella zona di Atmeh

i.fan. - 05/02/2022 - aggiornato il 05/02/2022 09:34:11


L'operazione con cui è stato eliminato il boss dell'ISIS Abu Ibrahim al-Hashimi al-Qurayshi è simile a quella in cui nel 2019 fu eliminato al Baghdadi.

 

Stessa zona al confine tra la provincia siriana di Idlib e la Turchia.

Stessa ora, tra la mezzanotte e le due del mattino.

Stessa modalità di eliminazione, una cintura esplosiva con cui suicidarsi per non cadere prigioniero.

Stesso incidente ad un elicottero americano.

Stesso intervento del Presidente degli Stati Uniti, che nel 2019 era Donald Trump.

 

Joe Biden, dopo aver seguito l'intera operazione dalla Situation Room della Casa Bianca, come fece insieme ad Obama quando fu ucciso Osama bin Laden, nelle prime ore del mattino ha annunciato al mondo l'esito dell'operazione da lui stesso "guidata" per rendere il Mondo più sicuro e l'America più forte.

 

"Grazie al coraggio delle nostre truppe, questo orribile leader terrorista non c'è più", ha detto Biden. "Le nostre forze hanno eseguito l'operazione con la loro preparazione e precisione distintiva e ho ordinato al Dipartimento della Difesa di prendere ogni precauzione possibile per ridurre al minimo le vittime civili". "Sappiamo che mentre le nostre truppe si avvicinavano per catturare il terrorista, in un ultimo atto di disperata codardia - senza riguardo per la vita della sua stessa famiglia o di altri nell'edificio - ha scelto di farsi esplodere, non solo con il giubbotto, ma per far saltare in aria quel terzo piano piuttosto che affrontare la giustizia per i crimini che ha commesso, portando con sé diversi membri della sua famiglia", ha aggiunto Biden.

 

Nulla da eccepire, se oltre al cadavere di Qurayshi non fossero stati rinvenuti anche quelli di 6 bambini e 4 donne.

 

Secondo il comando militare americano erano i membri della famiglia del boss dell'Isis e di un suo "luogotenente" che abitava al secondo piano della palazzina, sotto le stanze del capo.

 

Gli americani hanno sottolineato il fatto che la famiglia che occupava il pianoterra sia stata invece evacuata e messa in salvo dalle forze speciali USA, rimarcando che le vittime erano  da imputare all'esplosione suicida del terrorista.

 

Molti dettagli dell'operazione sono ancora poco chiari, e non mancano alcune palesi contraddizioni tra quanto dichiarato dal comando militare USA e le fonti civili sul posto, in primis i membri dei "berretti bianchi" in servizio nella zona che sono intervenuti fin dall'inizio per assistere i civili.

 

Il resoconto fornito da loro parla di 13 vittime di cui sei bambini e 4 donne, i restanti tre maschi dovrebbero essere Qurayshi e due miliziani Isis.

 

Mentre il computo americano si ferma a 6, di cui due donne e un bambino.

 



C'era un modo per evitare le vittime innocenti?

Sì, se ci fosse stata la volontà vera di colpire l'Isis senza fare spettacolo o marketing politico.

 

Le Forze Speciali USA hanno studiato e preparato il piano d'azione per due mesi.

Sapevano tutto in modo dettagliato.

 

La zona di Atmeh in cui si trovava il rifugio del boss dell'Isis era presidiata dai miliziani del gruppo locale Hay’at Tahrir al-Sham (HTS) al servizio dell'esercito turco, ufficialmente ostile all'Isis. A pochi chilometri c'è il confine con la Turchia e le caserme dell'esercito di Erdogan.

L'intera zona, vicina ad Afrin, era stata occupata dalle milizie filoturche dopo che Trump decise di "svendere" la causa curda al regime di Ankara.

 

In sintesi il capo dell'Isis era circondato da forze ufficialmente ostili, che certamente erano a conoscenza del nascondiglio, ma ne tolleravano la presenza per motivi ricorrenti nelle "sporche guerre" e nelle diplomazie opache.

 

Il capo dell'Isis poteva essere catturato in qualsiasi momento, anche in pieno giorno, magari nelle ore in cui i bambini sono fuori di casa, a scuola o a giocare.

 

La zona è pianeggiante, con strade facilmente controllabili, sia da terra che dall'alto.

 

In qualsiasi momento, pagando la parcella necessaria, i terroristi potevano essere "comprati" da chi li proteggeva ed essere arrestati senza troppo clamore e senza fare vittime innocenti.

 

Si è scelto invece il metodo che massimizza la spettacolarità a scapito della sicurezza.

 

Joe Biden, la cui popolarità negli USA e nel resto del mondo è in caduta libera, aveva bisogno di qualche spot pubblicitario, per far dimenticare l'Afghanistan, il Covid e l'inflazione.

 

Nessuno si sarebbe scandalizzato per l'uccisione di un capo dell'Isis.

Nessuno si sarebbe soffermato sui particolari.

Nessuno si sarebbe chiesto, come a Kabul dopo il massacro di due famiglie scambiate per i terroristi dell'Isis autori della strage dell'aeroporto con quasi duecento vittime, se il boss Qurayshi si fosse veramente suicidato o se fosse stato "suicidato".

 

 

 

Se a fianco dei terroristi muoiono 6 bambini, membri o meno delle loro famiglie, nessuno può vantarsi di aver messo in sicurezza il mondo, nessuno può fare del marketing politico su un'operazione militare in cui muoiono anche i bambini e le loro madri.

 

Non credo che l'annuncio di Joe Biden alla Nazione abbia entusiasmato i democratici americani.

 

scrive Alexander McKeever sul suo substack

 

Simile al caso al-Baghdadi, il luogo in cui gli Stati Uniti hanno trovato il leader dell'IS Abu Ibrahim al-Hashimi al-Qurayshi ha immediatamente alzato le sopracciglia. Come sono stati trovati due degli uomini più ricercati al mondo a vivere appena fuori dalla Turchia? A differenza di al-Baghdadi, che ha scelto di vivere in un complesso appartato alla periferia di una piccola città, al-Qurayshi ha scelto un edificio nel distretto forse più densamente popolato della Siria nord-occidentale. Inoltre, il suo appartamento al terzo piano si trovava a 500 metri da un checkpoint HTS, a 2,15 chilometri da un posto turco di Jandarma oltre il confine ea circa 5 chilometri dalla base militare turca più vicina all'interno della Siria.

È abbastanza evidente che la lotta contro lo Stato islamico è una priorità bassa per la Turchia in Siria. Dal 2016, quando la Turchia è arrivata ad accettare l'intervento della Russia nella guerra, le politiche predominanti della Turchia sono state di invertire qualsiasi parvenza di autonomia curda e impedire ad altri siriani di attraversare il confine e rivendicare lo status di rifugiato. Nessuno di questi è destinato a cambiare mai. Questa mancanza di interesse, combinata con l'approccio diretto della Turchia agli affari interni di Idlib, controllata da HTS, ha apparentemente permesso agli ultimi due leader dell'IS di trovare un rifugio (temporaneo). Detto questo, questa e tutte le analisi della questione per il momento si basano su speculazioni piuttosto che su prove.

La cosa forse più curiosa è il ruolo che HTS ha o non ha giocato in queste due storie. Ci sono alcuni elementi di simpatia all'interno dell'organizzazione che assistono la leadership di IS? O nonostante i regolari raid di HTS contro le cellule IS in tutta Idlib, i suoi servizi di sicurezza non sono in grado di trovare al-Baghdadis e al-Qurayshis? Oppure, è possibile che la leadership di HTS abbia avuto un ruolo in queste operazioni, nel tentativo di ingraziarsi l'Occidente? Sfortunatamente, le risposte a domande come queste sono raramente disponibili.

 

 


Un'indagine di dicembre 2021 del New York Times ha concluso, sulla base di una serie di documenti riservati del Pentagono, che i blitz  statunitensi in Medio Oriente sono stati contrassegnati da "intelligence profondamente imperfetta" e "bersagli errati" che hanno provocato la morte di più di 1.000 civili negli ultimi dieci anni.

 

 


La versione ufficiale americana afferma che Qurayshi si sarebbe fatto esplodere dopo circa due ore dall'inizio del raid, e dopo che le squadre speciali avevano già fatto irruzione al secondo piano uccidendo i suoi luogotenenti e familiari (compresi i figli?).

 

Perché non si è fatto esplodere aspettando l'irruzione degli americani? come sarebbe logico aspettarsi da un terrorista?

 

 

 

Il boss dell'Isis Qurayshi aveva già subìto un duro colpo alla sua reputazione dopo essere stato catturato nel 2008 e detenuto nella prigione militare statunitense nota come Camp Bucca.

 

Secondo i documenti militari e le foto rilasciate anni dopo, il futuro leader dello Stato Islamico era un uomo accigliato e dalla faccia carnosa noto all'interno della prigione come un informatore volenteroso, persino desideroso.

In dozzine di promemoria sull'interrogatorio, ha rivelato nomi, indirizzi e dettagli personali di rivali all'interno del gruppo terroristico, incluso l'allora n. 2 capo, Abu Qaswarah. Lo svedese di origine marocchina è stato ucciso settimane dopo in un raid delle truppe statunitensi.

 

"Il detenuto (Qurayshi) sta fornendo molte informazioni", ha affermato uno dei rapporti sull'interrogatorio, che è stato pubblicato in estate dal Combating Terrorism Center, un'istituzione accademica finanziata dal Pentagono presso l'Accademia militare degli Stati Uniti.

Un esperto di terrorismo che ha analizzato i documenti ha descritto Qurayshi come "un uccello canoro di talento e abilità unici".

 

Il leader dell'ISIS era un informatore della prigione, suggeriscono i documenti degli Stati Uniti.

 

Sebbene i dettagli precisi rimangano poco chiari, Qurayshi è stato rilasciato dalla prigione nel 2009, dopo che gli americani hanno iniziato a trasferire il controllo delle strutture di detenzione al governo iracheno.

Tornò nel gruppo terroristico e, cinque anni dopo, quando Baghdadi guidava un esercito dello Stato Islamico alla conquista di vittorie in tutta la Siria e nel nord dell'Iraq, ricoprì un'importante posizione come consigliere religioso, organizzando servizi di preghiera e tenendo sermoni e istruzione religiosa.

 


Qurayshi è stato un aiutante di Baghdadi quando il gruppo ha preso il controllo della seconda città più grande dell'Iraq, Mosul, nel 2014, e faceva parte dell'alta dirigenza poiché lo Stato Islamico aveva subito una serie di sconfitte per mano di una coalizione militare guidata dagli Stati Uniti , a partire dall'autunno del 2014 e proseguendo fino all'inizio del 2019, con la frantumazione dell'ultima roccaforte vicino alla città di Baghuz, in Siria.

 

I rapporti sulla passata collaborazione di Qurayshi con i suoi rapitori statunitensi hanno continuato a perseguitarlo, anche se ha scalato i ranghi.

 

Quando la morte di Baghdadi ha spinto Qurayshi in competizione come possibile nuovo leader, eminenti commentatori sui siti di social media filo-stato islamico hanno criticato la scelta, sostenendo che il suo comportamento passato era squalificante.

 

Tuttavia, per lo Stato Islamico, Qurayshi sembrava selezionare tutte le caselle giuste come qualcuno in grado di unificare un'organizzazione sconfitta e fornire una leadership simbolica, se non pratica.

 

Perché un terrorista che aveva già conosciuto gli americani e aveva collaborato con loro in carcere ha scelto di suicidarsi con la sua famiglia piuttosto che consegnarsi alle Forze Speciali?

 

 

i.fan. twitter: menoopiu


keywords: bambini uccisi, Isis, Qurayshi, Joe Biden, Terrorismo, Stato Islamico, Guerra, Siria, Turchia, USA, Idlib, al Baghdadi, Atmeh, berretti bianchi,

Date Created: 05/02/2022 08:03:32


Post recenti

next


Bonifici Arabi, Renzi Ricco e Elisabetta Belloni Invidiosa?

Bonifici Arabi, Renzi Ricco e Elisabetta Belloni Invidiosa?

Inchiesta OPEN va a processo. Matteo Renzi riceve bonifici milionari dall'Arabia Saudita e dalle Isole Samoa. Chi ha diffuso la notizia segreta, a pochi giorni dalla bocciatura renziana di Elisabetta Belloni al Quirinale? Chi è Mataio (Matteo) ?

06/02/2022 - Leggi

previous


Fuga da Italia, i Mercati Non Si Fidano di Mattarella Draghi

Fuga da Italia, i Mercati Non Si Fidano di Mattarella Draghi

I prezzi dei BTP crollano, i tassi salgono, lo spread con il Bund tedesco si allarga, l'inflazione galoppa. Ci avevano raccontato che il Mattarella Bis con Draghi al governo dava stabilità all'Italia e riceveva fiducia dai Mercati finanziari. Ci avevano raccontato che tutto il mondo ci elogiava per la gestione del Covid-19 e del PNRR e dell'unità nazionale. Ci avevano raccontato ...

04/02/2022 - Leggi


---------------- altri post recenti ----------------